Notizie dal Carnevale

Sirinata d'a
Savuzizza e
incoronazione
Re Carnevale

16 Febbraio 2020 Anna Rita Cardamone ARCA COMMUNICATION

Il Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore, 62° edizione, è anche serenate tradizionali. L’evento che si tiene il giovedì grasso, riprende l’antico rituale carnascialesco castrovillarese delle “Mascherate”. A simboleggiare questo evento a Sirinata d’a Savuzizza, in programma giovedì 20 febbraio nel “Rione Pontaniddo”. E’ uno degli appuntamenti più attesi e caratteristici del Carnevale di Castrovillari, giunto alla sua XVIII Edizione dedicato al compianto artista castrovillarese Gianni Francomano a cui ogni anno partecipano gruppi iscritti al concorso che verranno giudicati da un’apposita giuria. Le maschere al centro del manifesto realizzato da Claudio Regina. Un evento ormai istituzionalizzato a cui la Pro loco da qualche anno, ha voluto dare un logo, un simbolo, “la maschera”; maschera che non serve a nascondersi, bensì a rivelarsi, a svelare un’anima gioiosa, un cuore che da sempre vive con passione ed entusiasmo il Carnevale di Castrovillari, di cui, forse, a’ sirinata d’a savuzizza è la nota più autentica e popolare, a cui tutti possono partecipare, tra danze, musiche e scherzi, per dare spazio alla gioia e all’incontenibile frenesia. Una operazione mirata e lungimirante che riporta il carnevale al centro dell’attenzione di un’ intera comunità che rivive il rito carnascialesco per come vuole la tradizione. Anche quest’anno il tutto si svolgerà nel “Rione Pontaniddo”; in ogni “ catuio” (magazzino), si animerà per dare sfogo all’allegria. L’intento principale degli organizzatori è quello di rivitalizzare, da qualche anno il centro storico della città in generale e del “Rione” in particolare. Il merito della riuscita della manifestazione va soprattutto al coinvolgimento dell’intero rione che non fa mancare il proprio appoggio, alla masiccia partecipazione di pubblico e agli infaticabili organizzatori, primi fra tutti, , Fernando Loricchio, Giovanni De Santo, Giancorrado Baratta e Pierpaolo Avolio. Parola d’ordine… mascherarsi.

Ma prima di dare il via alle serenate tradizionali sarà di scena l’incoronazione di “Re Carnevale” con il corteo di “Re burlone” in programma alle ore 18.30. Il corteo, con la partecipazione delle maschere, sarà aperto dal Gruppo Folklorico “I Miromagnum” di Mormanno e dai Tamburi di Moncerviero a cui segue Re Carnevale e Quaresima (nelle vesti di Re burlone, Leonardo Pandolfi, in quelle della Quaresima, Martina Aloisio. A salutare in Piazza Municipio, l’Organtino, la maschera adottata dal Carnevale e che risale al 1635 quando, in occasione dei riti carnascialeschi, venne rappresentata, proprio in Piazza Municipio, la farsa dialettale di Cesare Quintana.

Organtino sarà rappresentato da Fedele Battipede della Compagnia Teatrale Aprustum

Il corteo giunto sotto il palco, daranno vita alla tradizionale diatriba tra Re Carnevale e la Quaresima. Di seguito il tradizionale rituale dell’incoronazione del Re burlone e la conseguente, simbolica, consegna nelle sue mani, delle chiavi della città da parte del sindaco, Mimmo Lo Polito. Con le chiavi si aprirà la porta della gioia e del mascheramento, sulle coreografie di Danilo Di Marco eseguite dagli alunni degli istituti I.I.S. G. Garibaldi/A. Alfano/L.Vincie I.I.S E. Mattei/Pitagora. Gioia e voglia di divertirsi che durerà fino al 25 febbraio , martedì grasso, quando il “Re” verrà bruciato sul rogo e la Quaresima prenderà il suo posto.

ALBO VINCITORI

  • Anno 2003 1° I giuvini di granatedde
  • Anno 2004 1° I cumpari
  • Anno 2005 1° Gli artisti di strada
  • Anno 2006 1° L’amicidujurno prima
  • Anno 2007 1° I murtali
  • Anno 2008 1° L’amicidujurno prima
  • Anno 2009 1° L’amicidujurno prima
  • Anno 2010 1° L’amicidujurno prima
  • Anno 2011 1° Crape e muntuni
  • Anno 2012 1° A famigghja a dui rote
  • Anno 2013 1° I stroppiati
  • Anno 2014 1° ICarvunari
  • Anno 2015 1° I Migranti
  • Anno 2016 1° I pacci da’ scola
  • Anno 2017 Ex equo “ I senza sinzu” e “Simmu i Napuli paisà”
  • Anno 2018 1° “Sister Pac”
  • Anno 2019 1° “La Diocesi da savuzizza”