Carnevale di Castrovillari
Loading
  • slidebg4

    La Storia

  • slidebg5

    La Storia

  • slidebg2

    La Storia

Il Carnevale

Cenni Storici Il primo Carnevale del Pollino ( oggi di Castrovillari) e Festival Internazionale del Folklore risale al 1959, allorquando la Pro Loco , guidata dal prof Vittorio Vigiano e confortata dall’appoggio dei suoi validissimi collaboratori, diede vita alla kermesse , non senza difficoltà. Carri allegorici, sfilate e spettacoli all’aperto , ebbero l’ammirazione di tutti i castrovillarese e non solo, dal momento che tante furono le persone che giunsero in città . Negli anni , la Pro Loco in collaborazione con enti pubblici e privati, ha fatto si che la manifestazione crescesse sempre più e soprattutto ha coinvolto il popolo che da spettatore passivo negli anni è divenuto attore principale. Una macchina, il Carnevale, gigantesca, possente che non si è mai fermata, frutto di sacrifici e di prospettive degli organizzatori che hanno creduto e credono nella manifestazione .

Il Carnevale di Castrovillari negli anni è cresciuto tanto da essere annoverato tra i 10 più importanti d’Italia : la proposta vincente, tanto da essere arrivato alla 56 edizione , è stata quella di coniugare maschere e folklore , un binomio vincente dall’enorme partecipazione popolare che ancora oggi lo caratterizzano. Cinquantasei anni di carnevale rappresentano per ogni castrovillarese un bagaglio di esperienze e di momenti particolari di intensa emozione che racchiudono una piccola parte di storia di questa cittadina ai piedi del Pollino. Un evento di spettacolo che si miscela, formando un binomio unico e perfetto, con quello del folklore ; tanti i gruppi provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo hanno preso parte alla kermesse carnascialesca e da qualche anno a questa parte la Pro loco, guidata dal presidente Giovanni Amato e diretta artisticamente dal vulcanico, Gerardo Bonifati, dedica ad una nazione il focus di approfondimento; quest’anno protagonista in tutte le sue sfaccettature il Chile. Tante sono poi le varie manifestazioni collaterali che negli anni si sono aggiunte all’evento, tanto da dedicargli 10 giorni . Centinaia e centinaia, sono i turisti che in questi giorni, e soprattutto in quelli “ clou” partecipano, provenienti non solo dalla Calabria ma anche dalla Basilicata, Puglia e Campania. E’ questo il Carnevale di Castrovillari. Uno evento nell’evento, dove gruppi mascherati si miscelano al folklore con il festival internazionale che termina con il Gran Galà.

I Gruppi Mascherati

I Gruppi Mascherati è il concorso che dal 1989 mette in "gara" la fantasia dei gruppi mascherati iscritti ufficialmente alle sfilate in programma. Una giuria di esperti valuta la bellezza dei costumi, le decorazioni, le coreografie, lo spirito dei gruppi che si iscrivono al concorso.

Con un voto palese si giudica la perfmormance dei gruppi durante le sfilate e alla fine dell'ultima sfilata, il martedì grasso, si proclama il vincitore.

Premio Cultura

Premio Cultura è tra gli appuntamenti più attesi del Carnevale di Castrovillari figura il “Gran Galà del Folklore”, serata di grande richiamo nel corso della quale si esibiscono tutti i gruppi ospiti del Festival Internazionale del Folkore - evento che da sempre affianca, caratterizzandolo, il carnevale e che si conclude con la tradizionale consegna del “Premio Cultura”,

ambito riconoscimento di rilievo internazionale che ogni anno viene conferito da una giuria al gruppo folk che meglio, attraverso scenografie, costumi, canti e balli tipici, ha saputo interpretare e rendere sul palco le tradizioni culturali ed etniche del proprio Paese di origine..

Seminario Di Studi

Il Seminario di Studi è tra gli eventi del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore a cura della Sezione Cultura della Pro Loco del Pollino di Castrovillari si segnala il Seminario di Studi Demoetnoantropologici. Un appuntamento che si è legato, nel corso del tempo, al Concorso Scolastico con l’obiettivo sia di approfondire le tematiche del Carnevale, con l’ausilio di docenti esperti in antropologia culturale, storia delle tradizioni popolari ed etnostoria, sia di premiare gli studenti che si distinguano con una composizione originale dopo aver partecipato ad una lectio-magistralis. Le tipologie di scrittura a concorso riguardano: la relazione di studio, l’articolo di giornale, il saggio breve.

Esse possono essere corredate da supporto iconografico e multimediale. Un’apposita giuria, scelta dalla presidenza della Consulta scientifica della Pro Loco del Pollino di Castrovillari, e che varia di anno in anno, annoverando esperti dell’arte della scrittura, giudica, di volta in volta, gli elaborati pervenuti sulla base di precisi parametri di verifica. Alla fine delle operazioni di valutazione, vengono designati i primi tre elaborati, ritenuti i migliori, sia per contenuti che per grado di originalità e stile compositivo. Il Seminario ed il Concorso sono riservati a tutti gli studenti delle Scuole secondarie superiori di Castrovillari e dell’hinterland, dalla II alla V Classe.

Focus

Focus. Da alcuni anni a questa parte, il Festival Internazionale del Folklore che si svolge in contemporanea con il Carnevale di Castrovillari si caratterizza per la partecipazione, accanto ai migliori gruppi della tradizione italiana, di gruppi folk provenienti da una nazione o da un’area geografica del mondo ben definita,

alla quale è dedicato un focus di approfondimento culturale, con una serie di eventi, spettacoli, seminari, mostre, cineforum, rassegna enogastronomica, a cura della consulta scientifica della Pro Loco del Pollino.